Ricerca Internazionale

Salta menu Navigazione principale Salta il Motore di Ricerca Interno

SBEP

La Sustainable Blue Economy Partnership - SBEP è una delle 49 partnership che la Commissione Europea ha istituito in relazione al Programma Quadro di Ricerca e Innovazione "Horizon Europe" con l'obiettivo di mettere in comune gli investimenti in ricerca e innovazione nell'ambito di una transizione giusta e inclusiva verso un'economia blu climaticamente neutra e sostenibile.

L'iniziativa, ufficialmente operativa dal primo settembre 2022, avrà una durata prevista di sette anni in coerenza con il periodo di programmazione del Programma Quadro "Horizon Europe" e afferisce all'ambito 6 "Food, Bioeconomy, Natural Resources, Agriculture and Environment/Destination 7 Innovative governance, environmental observations and digital solutions in support of the Green Deal".

Sulla base del modello di co-finanziamento adottato, la Commissione europea impegnerà risorse pari a 150 milioni di euro per l'intera durata della Partnership, a cui dovranno aggiungersi fondi nazionali o regionali per almeno 350 milioni di euro.

La SBEP prevede di lanciare sei bandi cofinanziati nell'arco di sette anni per sostenere la programmazione congiunta di Ricerca e Innovazione (R&I) sulle aree tematiche prioritarie. Nel corso della prima fase di attività, è in progetto il finanziamento di due bandi: il primo sarà lanciato nel primo trimestre del 2023, mentre il secondo nel primo trimestre del 2024. Solo con il primo Grant Agreement è previsto un finanziamento da parte dei paesi finanziatori delle call pari a circa 73 milioni di euro più 23 milioni di cofinanziamento dalla Commissione Europea.

Il Ministero dell'Università e Ricerca (MUR), in qualità di coordinatore del consorzio internazionale, composto da 60 partner provenienti da 25 Paesi, è impegnato nello stanziamento di 9,5 milioni di euro per i primi due bandi; il Ministero dell'Industria e del Made in Italy (MIMIT), per suo conto quale full partner dell'iniziativa, finanzierà i primi due bandi per un totale di 16 milioni di euro.

La configurazione italiana prevede che il MUR e il MIMIT partecipino in qualità di beneficiari, mentre gli Enti Pubblici di Ricerca vigilati dal MUR, quali il Centro Nazionale Ricerche (CNR), la Stazione Zoologica Anton Dohrn (SZN), l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), l'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) prenderanno parte all'iniziativa in veste di affiliated partner del MUR.

Le aree tematiche su cui si focalizzeranno i contenuti dei due bandi sono:

Area Prioritaria 1 - Planning and managing sea-uses

Area Prioritaria 2 - Blue generation marine structures 

Area Prioritaria 3 - Healthy 'Blue Food' under a 'One Health' approach 

Area Prioritaria 4 - Enabling the green transition of 'Blue Food' production 

Area Prioritaria 5 - Development and validation of the Digital Twins of the Ocean at sub sea-basin scale 

Bando 2024

Il 1 febbraio 2024 la SBEP ha pubblicato sul sito www.bluepartnership.eu il testo del secondo bando di ricerca congiunto transnazionale, con le istruzioni relative alle modalità di presentazione delle proposte, all'ammissibilità e ai criteri di valutazione.

Il bando prevede una procedura di presentazione delle proposte progettuali in due fasi:

  • entro il 10 aprile 2024 H. 15.00 (CET), si concluderà la trasmissione delle proposte preliminari (pre-proposal);
  • i consorzi che avranno superato la prima fase di valutazione delle proposte preliminari saranno invitati dal Call Secretariat a presentare le proposte complete (full proposal) con scadenza 06 novembre 2024 H. 15.00 (CET).

Per essere ammessi, i consorzi di ricerca dovranno includere partner provenienti da un minimo di tre Paesi (con un minimo di due da Stati membri dell'UE o Paesi associati a "Horizon Europe").

Si evidenzia che il 10 Aprile 2024 alle ore 15.00 rappresenta il termine ultimo tassativo per inviare sia la pre-proposal internazionale attraverso il sito https://proposals.etag.ee/sustainable-blue, che la domanda nazionale al MUR tramite la piattaforma web https://banditransnazionali-miur.cineca.it  

Le istruzioni relative alle modalità di presentazione delle proposte, all'ammissibilità e ai criteri di valutazione e tutte le altre informazioni pertinenti sono disponibili sul sito https://bluepartnership.eu.

INFO DAYS

  • ll 15 febbraio 2024 sarà organizzato dal segretariato internazionale della call un webinar informativo per i potenziali candidati. E' disponibile la registrazione del webinar cliccando sul seguente link:

 

Per questo bando è disponibile lo strumento di "ricerca dei partner" che consentirà ai candidati di:

- cercare un Partner per un progetto che vorrebbe presentare; o

- cercare un Progetto a cui aderire.

 

I candidati dovranno semplicemente compilare un modulo di ricerca partner/progetto sulla seguente piattaforma:  https://proposals.etag.ee/sustainable-blue/2024/partner-search . Il modulo sarà quindi visibile sulla piattaforma e permetterà di cercare partner o progetti a cui aderire secondo diversi criteri: nazione, disciplina, parole chiave.

 

Finanziamento:
Il MUR, coordinatore della SBEP, ha impegnato, per la call "Unified Paths to a Climate-Neutral, Sustainable, and Resilient Blue Economy: Engaging Civil Society, Academia, Policy, and Industry" 3.5 M€ nella forma del contributo a fondo perduto. Per il finanziamento dei progetti presentati dai proponenti italiani il MUR interviene fino ad un importo massimo per singolo progetto ritenuto ammissibile, indipendentemente dal numero dei partner italiani coinvolti, pari a:

  • Euro 500.000,00 nel caso in cui il coordinatore del progetto sia italiano;
  • Euro 350.000,00 nel caso in cui il coordinatore del progetto non sia italiano.

Si ricorda che i partner italiani devono obbligatoriamente presentare una domanda nazionale integrativa tramite la piattaforma https://banditransnazionali-miur.cineca.it entro la stessa scadenza della prima fase del bando internazionale, 10 Aprile 2024 alle ore 15.00 (CET). La domanda si compone di una domanda vera e propria, predisposta automaticamente dalla piattaforma sulla base di una serie di dati da inserire on line e da alcuni allegati che saranno indicati dalla piattaforma stessa.

La mancata presentazione, entro la scadenza prefissata, della domanda nazionale integrativa, debitamente firmata dal legale rappresentante o da un suo delegato è causa di inammissibilità al finanziamento.

I criteri di eleggibilità validi per i partner italiani (in aggiunta ai criteri internazionali validi per tutti i partner) e le modalità di finanziamento sono pubblicati sull' Avviso integrativo nazionale. E' inoltre possibile reperire le principali informazioni nell'Annex B. National and regional funding allegato al bando internazionale.

La normativa nazionale applicabile può essere scaricata dalla sezione "Supporto" della piattaforma informatica e consta di:

  • DL 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla Legge 7 agosto 2012, n. 134, articoli 60, 61, 62 e 63 di cui al Titolo III, Capo IX "Misure per la ricerca scientifica e tecnologica"
  • DM n. 1314 del 14 dicembre 2021 - Nuovo sistema di concessione delle agevolazioni del MUR alle attività di ricerca
  • DM  n. 1368 del 24 dicembre 2021 - Modificazioni all'articolo 15 del decreto n. 1314 del 14 dicembre 2021
  • Procedure operative per il finanziamento dei progetti internazionali
  • Guida utente (per l'uso della piattaforma informatica)
  • FAQ

Bando 2023 (chiuso)

Rettifica avviso integrativo 

Per il Bando internazionale 2023 "The way forward: a thriving sustainable blue economy for a brighter future", sono disponibili:

Riferimenti MUR:

Ing. Aldo Covello: aldo.covello@mur.gov.it

Dott.ssa Iollo Yasmine: yasmine.iollo@est.mur.gov.it

Dott.ssa Irene Guglielmo: irene.guglielmo@mur.gov.it 

Dott.ssa Francesca Cantarella: francesca.cantarella@est.mur.gov.it 

Per ogni ulteriore informazione contattare il Call Secretariat della SBEP: sbep.call-secretariat@agencerecherche.fr

 

 

scritta piccola logo EU
Salta il menu dei Contenuti del sito

Pagina a cura di:
Direzione generale dell’internazionalizzazione e della comunicazione - Ufficio III
Largo Antonio Ruberti n. 1 – 00153 Roma
Privacy